Inclusione scolastica

 

ACCOGLIENZA

 

Il nostro Istituto adotta prassi consolidate e procedure formalizzate per assicurare a tutti gli alunni il diritto ad essere accolti . Tuttavia l’accoglienza non può essere relegata ad una fase definita nel tempo, ma deve corrispondere ad una modalità di lavoro atta a favorire l’instaurarsi di un clima accettabile e motivante per tutti i protagonisti dell’azione educativa (alunni, genitori, docenti, collaboratori scolastici, personale amministrativo). Al link sottostante il download del Protocollo per l’inserimento di nuovi alunni.

Protocollo_accoglienza

 

PRASSI E PROCEDURE

 

Per ogni alunno in situazione di handicap o con bisogni educativi speciali la scuola si sforza di  ricercare ed  attuare  buone pratiche d’integrazione secondo standard di qualità, così come la normativa prevede e dispone.Presupposto dell’integrazione è la programmazione coordinata tra servizi scolastici e quelli territoriali. La scuola si pone come momento di integrazione degli interventi sociali e sanitari precedenti, concomitanti e successivi (riabilitazione, orientamento). La famiglia va considerata come una risorsa importante (oltre che come portatrice di diritti/doveri), nella definizione e verifica dei piani educativi, nei quali vanno previste anche forme di integrazione tra scuola ed extra-scuola.Il principio della continuità rappresenta elemento centrale per garantire il successo dell’integrazione.L’avvio e la continuazione del processo di integrazione scolastica poggiano sulla produzione, l’acquisizione e l’uso di una documentazione tecnico- conoscitivo- progettuale che, in base all’art.12, comma 5, della L.104/92, si compone dei documenti di seguito indicati:

  • certificazione di handicap ai sensi dell’art. 4 L. 104/92;
  • diagnosi funzionale (D.F.);
  • profilo dinamico funzionale (P.D.F.);
  • piano educativo individualizzato (PEI);
  • fascicolo personale.

Per gli alunni con DSA viene realizzato un Piano Didattico Personalizzato (PDP o PEP) elaborato sulla base delle normative vigenti e che preveda percorsi didattici e valutazione personalizzati e il ricorso a strumenti compensativi e misure dispensative. Avere procedure chiare e condivise è il primo passo per elevare la qualità dell’integrazione scolastica. Esse permettono di delineare con chiarezza ruoli e compiti, di stabilire tempi e modalità di lavoro, di garantire la trasmissione efficace delle informazioni. Con il Manuale delle procedure per l’attivazione di percorsi di integrazione inclusione scolastica, il nostro Istituto ha inteso formalizzare  buone prassi già consolidate riguardo alla gestione dei percorsi d’integrazione. Ad esso è stato affiancato di recente il Manuale delle  procedure previste dalla legge 170/2010 per la gestione dei DSA. Entrambi i documenti sono stati elaborati in collaborazione con una rete di altre scuole e con gli operatori della ASL competente per territorio.

Manuale delle procedure per l’attivazione di percorsi di inclusione

 

DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO (DSA)

 

Ai link sottostanti linee guida e materiali per i DSA

GUIDA-DSA-DisturbiSpecificiApprendimento

linee_guida_sui_dsa_12luglio2011

 

logo scuolaISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PIAZZA MARCONI

Ufficio Relazioni con il Pubblico

Piazza Marconi, 37  - 01019 VETRALLA ( VT)  Telefono e  Fax  +39 0761 477012 

mail: vtic83600r@istruzione.it

PEC: vtic83600@pec.istruzione.it

Codice fiscale: 80014910568 

Cod. Univoco UFXI4A

 

© 2018 Argo Software - Portale realizzato con la piattaforma Argo Web - Template Italia configurato sul tema accessibile EduTheme V.2.2 (Mercury)